I VINI IN ITALIA

Nel dopoguerra, i vini erano distinti tra Speciali, Superiori e Fini, tenendo conto più della qualità che della provenienza dei vini e i vini imbottigliati erano pochissimi, e andavano ancora di moda i fiaschi, specialmente per il Chianti.
Solo con il D.P.R. n. 930 del 1963 si iniziò a disciplinare la produzione vinicola stabilendo questa classificazione:
  • Vino a Denominazione di Origine semplice
  • Vino a Denominazione di Origine Controllata
  • Vino a Denominazione di Origine Controllata e garantita

    Nel 1992 la Legge n.164/92, introduce una serie di innovazioni come l'introduzione della IGT, e l'obbligatorietà di analisi chimico-fisiche prima della commercializzazione.
    Quindi oggi oggi abbiamo questa classificazione:
  • Vini DOCG
  • Vini DOC
  • Vini IGT

    Infine il Regolamento Europeo 479/2008, ha introdotto alcune novità per quanto riguarda la produzione, etichettatura, commercializzazione e denominazione a livello internazionale e prevede esclusivamente tre categorie:
  • Vini DOP
  • Vini IGP
  • Vini generici (con o senza annata e vitigno)

    Ma in Italia si può continuare a utilizzare la classificazione tradizionale e quindi un vino D.O.C.G. o D.O.C., è sinonimo sia di qualità, che di stretti controlli effettuati prima della messa in commercio, i quali garantiscono livelli di produzione molto alti.

  • Vini da tavola sono quei prodotti senza alcun riferimento geografico e le uve possono provenire anche da differenti zone geografiche.
  • Vini I.G.T. (Indicazione Geografica Tipica) sono caratterizzati dall'indicazione geografica di provenienza, del vitigno base e dall'annata di vendemmia. Le uve devono essere raccolte per almeno l'85% dalla zona geografica di cui portano il nome e devono essere rispettati alcuni parametri come i Vitigni permessi, la Resa massima delle uve per ettaro e la Gradazione alcolometrica minima.
  • Vini D.O.C. (Denominazione di Origine Controllata) sono prodotti in una zona geografica precisa e devono rispondere a delle caratteristiche chimiche ed organolettiche precise, fissate all'interno dei disciplinari, indicare il tipo e la durata di un eventuale invecchiamento, e soprattutto i controlli per questa tipologia di vino sono, come per gli I.G.T., di tipo chimico, ma in aggiunta a questi vi è anche l'analisi organolettica.
  • Vini D.O.C.G. (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) hanno regole più rigide rispetto ai vini D.O.C. e le fascette che chiudono la capsula termorestringente del vino sono dotate di un codice univoco e vengono rilasciate da parte dello Stato.

    LE ETICHETTE


    Le etichette dei vini sono essenziali per capire cosa effettivamente contiene ogni bottiglia.
    Le etichette devono contenere le seguenti indicazioni:
  • Il nome del produttore (es. GORETTI);
  • La denominazione del prodotto (cioè il tipo di vino: Moscato, Chianti);
  • Uno di questi tre aggettivi (ma non sempre): "classico", "riserva", "superiore".
            Viene definito classico il vino che viene prodotto con uve provenienti da una riconosciuta zona di produzione.
            Viene definito riserva quando è invecchiato più del tempo minimo di invecchiamento previsto dal protocollo.
            Viene definito superiore quando la gradazione alcolica supera (in genere di un grado) il minimo previsto.
  • Se è un vino IGT, DOC o DOCG può indicare il millesimo, cioè a dire l'anno della vendemmia (indicazione obbligatoria solo per i DOCG);
  • il tipo di vino (per es.: secco, abboccato, amabile);
  • La gradazione alcolica, per es.: 12,5. però a volte questa cifra può apparire seguita da un'altra (per es.: 7,5 + 2,5).
    il 2,5 si riferisce alla gradazione potenziale alcolica non svolta, cioè a dello zucchero che, avendo il vinificatore escluso le ultime fasi fermentative, è stato fatto rimanere nel vino, conferendogli una maggiore dolcezza);
  • La capacità (in genere 750 ml. E). la E sta a significare che si tratta di una capacità riconosciuta a livello europeo;
            La scala Europea è la seguente: il quarto, o chopine (0,185 lt.); la mezza, o fillette (0,375); la champagnotta, o bouteille (0,75); la magnum (lt. 1,5); la double magnum, o Jéroboam (3 lt.), la Réhoboam (4,5 lt.), la Mathusalem (6 lt), la Salmanazar (9 lt), la Balthazar (12 lt), la Nabuchodonosor (15 lt) e la Melchior (18 lt).
  • Numero del registro di imbottigliamento e sigla della provincia nella quale è stato imbottigliato. come per esempio r.i. 88 bo (cioè registro di imbottigliamento n. 88 della provincia di Bologna); la si può trovare nella retroetichetta, sul tappo o nel collarino;
  • Il nome dell'imbottigliatore;
  • Il paese, inteso come nazione, di produzione;
  • Nei migliori spumanti prodotti col metodo champenois viene indicata anche la data di sboccatura, cioè il momento in cui si eliminano i residui di feccia depositatisi sul collo della bottiglia tenuta capovolta, si aggiunge il così detto liqueur d'expedition, e si chiude la bottiglia col classico tappo di sughero a forma di fungo. La data di sboccatura non deve mai essere inferiore di 2 anni alla data in cui viene commercializzato.

  • GLI ABBINAMENTI TRA TRICETTE E VINI

    Come abbinare il vino alle ricette.
    Visto che cibo e vino sono intimamente legati tra loro è indispensabile saper accostare il vino giusto alle ricette che si portano in tavola.
    Servire un solo vino a tutto pasto è certo l'opzione più semplice, è quello che si fa in un pranzo con la famiglia, ma per un pranzo o una cena importante, bisogna progettare un menù con piatti dai sapori in salita. Realizzare un crescendo di gusti per proporre correttamente i vini per le varie portate dai più semplici ai più prestigiosi.
    L'accostamento vino / cibo è un argomento difficile, anche perché legato al gusto e al giudizio soggettivo, e quindi non è certamente una scienza esatta.
    Tuttavia esistono delle semplici regole derivanti da tradizioni e consuetudine che permettono di preferire alcuni vini per determinati piatti.

    LE 7 REGOLE:
  • La prima regola è che a ogni piatto va abbinato il proprio vino e in ogni pasto non va mai servito un solo vino.
  • La seconda regola è che nessun vino bianco può essere servito con carni rosse o selvaggina.
  • La terza regola è che nessun vino corposo rosso può accompagnare pesci, molluschi e crostacei.
  • La quarta regola: i vini bianchi devono essere serviti prima dei rossi.
  • La quinta è che i vini leggeri devono precedere quelli più robusti.
  • La sesta regola è che i vini freschi vanno serviti prima di quelli a temperatura ambiente.
  • La settima è che i vini devono essere serviti secondo gradi di alcol crescenti.



    E infine possiamo darvi alcune indicazioni basilari suggerite dall'Associazione Italiana Sommelier,
    EQUILIBRIO TRA CIBO E VINO.
    L'abbinamento di un vino al cibo può essere fatto secondo il principio del riequilibrio dei sapori. Il vino dovrebbe aiutare le papille gustative a percepire in modo adeguato i sapori del piatto senza che ne vengano assuefatte.

    CONTRASTO DEI SAPORI
    Il metodo per abbinare vini e cibi, si basa sul contrasto tra i sapori del cibo e quello del vino. Secondo tale metodo il vino e il cibo non devono avere proprietà gustative simili. Ad esempio con un cibo particolarmente grasso, è da abbinare un vino piuttosto acido. In pratica il sapore gioca un ruolo importante nell'abbinamento tra vino e cibo, e quindi bisogna tener conto se gli alimenti sono grassi, dolci, speziati, acidi, piccanti e così via.

    SIMILITUDINE DEI SAPORI
    Vini molto corposi vanno abbinati a piatti dai sapori decisi e piatti dai sapori delicati sono più gradevoli con vini leggeri per non coprirne il sapore.

    REGIONALITÀ.
    Puntare sulla regionalità è una sicura carta vincente e quindi una ricetta tipica andrebbe servita con un vino della stessa regione.

    STAGIONALITÀ.
    Questo metodo prevede accostamenti dettati dalle differenti stagioni. D'inverno rossi corposi insieme a portate assai sostanziose, mentre d'estate vino bianco per pesce freschissimo, possibilmente appena pescato.

    PERCORSO ENOGASTRONOMICO.
    Una delle regole fondamentali per abbinare i vini al susseguirsi delle portate a tavola è quella di salire di gradazione nel succedersi dei vini e il nuovo vino servito non deve mai far rimpiangere quello appena bevuto.
    Generalmente si inizia sempre con i vini più giovani e leggeri per finire poi con quelli più vecchi e più robusti. I vini bianchi vanno serviti prima dei rossi, procedendo dal vino più fresco fino a quello servito a temperatura ambiente.

    CASI PARTICOLARI:
    CACCIAGIONE
    La selvaggina specialmente se di grandi dimensioni (cinghiale, capriolo, cervo e daino), ha carne molto profumata e pertanto occorrono rossi solidi, come Barolo, Barbaresco o Barbera, ma anche Brunello di Montalcino.
    PIATTI DI PESCE.
    Non è detto che i piatti di pesce devono essere per forza abbinati a del vino bianco, i bianchi sono ottimi per i pesci e crostacei bianchi, mentre i rossi sono da preferire poco tanninici (es. lambrusco) per accompagnare tonno, polpo e salmone alla griglia, o per cotture in rosso o zuppe di pesce.
    CARNI BIANCHE.
    Il pollame e la carne bianca in generale, così come la piccola cacciagione e il coniglio, va abbinata a vini bianchi.
    CIBI GRASSI E FRITTI
    L'abbinamento adeguato per questi piatti sono i vini con acidità importante o tannici, affinchè questi possano detergere il palato dall'unto del piatto e riequilibrarlo.
    DOLCI E PASTICCERIA L'abbinamento perfetto per i dolci sono vini altrettanto dolci, anzi il vino deve essere più dolce del dessert che servirai. Torte, crostate, dolci al cucchiaio, biscotti o budini, necessitano di uno spumante dolce, un passito, un moscato o in alternativa un bianco amabile. Ai dolci di cioccolato si abbina bene un passito rosso di grande struttura.
    Abbinamenti difficili o impossibili. Per alcuni cibi come la frutta fresca in generale e soprattutto gli agrumi l'abbinamento con i vini è impossibile
    VINI FRIZZANTI bianchi, rossi o rosati, i vini frizzanti che oggi vanno si moda tra i giovani, si possono abbinare alla perfezione con piatti grassi, unti e conditi.


  • Ecco tutti i vini DOCG nelle REGIONI italiane in ordine alfabetico:

    ABRUZZO
  • Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane

    BASILICATA
  • Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane

    CAMPANIA
  • Aglianico del Taburno
  • Fiano d'Avellino
  • Greco di Tufo
  • Taurasi

    CALABRIA
  • Non sono presenti DOCG

    EMILIA ROMAGNA
  • Colli Bolognesi Classico Pignoletto
  • Albana Romagna

    FRIULI VENEZIA GIULIA
  • Friuli Colli Orientali del Friuli Picolit
  • Lison
  • Ramandolo
  • Rosazzo

    LAZIO
  • Cannellino di Frascati
  • Cesanese del Piglio
  • Frascati Superiore

    LIGURIA
  • Non sono presenti DOCG

    LOMBARDIA
  • Franciacorta
  • Scanzo o Moscato di Scanzo
  • Oltrepò Pavese Metodo Classico
  • Sforzato di Valtellina
  • Valtellina Superiore

    MARCHE
  • Offida
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva
  • Verdicchio di Matelica Riserva
  • Conero
  • Vernaccia di Serrapetrona

    MOLISE
  • Non sono presenti DOCG

    PIEMONTE
  • Alta Langa
  • Asti
  • Barbaresco
  • Barbera d'Asti
  • Barbera del Monferrato Superiore
  • Barolo
  • Brachetto d'Acqui
  • Dolcetto di Diano d'Alba
  • Dolcetto di Ovada Superiore
  • Dogliani
  • Erbaluce di Caluso
  • Gattinara
  • Gavi
  • Ghemme
  • Nizza
  • Roero
  • Ruchè di Castagnole Monferrato

    PUGLIA
  • Castel del Monte Bombino Nero
  • Castel del Monte Rosso Riserva
  • Castel del Monte Nero di Troia Riserva
  • Primitivo di Manduria dolce naturale

    SARDEGNA
  • Vermentino di Gallura

    SICILIA
  • Cerasuolo di Vittoria

    TOSCANA
  • Brunello di Montalcino
  • Carmignano
  • Chianti
  • Chianti Classico
  • Elba Aleatico Passito
  • Montecucco Sangiovese
  • Morellino di Scansano
  • Suvereto
  • Val di Cornia Rosso
  • Vernaccia di San Gimignano
  • Vino Nobile di Montepulciano

    TRENTINO - ALTO ADIGE
  • Non sono presenti DOCG

    UMBRIA
  • Montefalco Sagrantino
  • Torgiano Rosso Riserva

    VALLE D'AOSTA
  • Non sono presenti DOCG

    VENETO
  • Amarone della Valpolicella
  • Asolo Prosecco
  • Bagnoli Friularo
  • Bardolino Superiore
  • Colli di Conegliano
  • Colli Euganei Fiori d'Arancio
  • Conegliano Valdobbiadene Prosecco
  • Lison
  • Montello Rosso
  • Piave Malanotte
  • Recioto della Valpolicella
  • Recioto di Gambellara
  • Recioto di Soave
  • Soave Superiore




    ELENCO DI TUTTI I VINI DOC
    REGIONE PER REGIONE


    REGIONE ABRUZZO VINI DOC

  • MONTEPULCIANO D'ABRUZZO

    REGIONE LAZIO VINI DOC

  • ALEATICO DI GRADOLI
  • APRILIA
  • BIANCO CAPENA
  • CERVETERI
  • CESANESE DEL PIGLIO
  • CESANESE DI AFFILE
  • CESANESE DI OLEVANO ROMANO
  • COLLI ALBANI
  • COLLI LANUVINI
  • CORI
  • EST!EST!!EST!! DI MONTEFIASCONE
  • FRASCATI
  • MARINO
  • MONTECOMPATRI COLONNA
  • ORVIETO
  • VELLETRI
  • ZAGAROLO

    REGIONE LOMBARDIA VINI DOC

  • BOTTICINO
  • CAPRIANO DEL COLLE
  • CELLATICA
  • COLLI MORENICI MANTOVANI DEL GARDA
  • FRANCIACORTA
  • LAMBRUSCO MANTOVANO
  • LUGANA
  • OLTREPO' PAVESE
  • RIVIERA DEL GARDA BRESCIANO
  • SAN COLOMBANO AL LAMBRO
  • TOCAI DI SAN MARTINO ALLA BATTAGLIA
  • VALCALEPIO
  • VALTELLINA

    REGIONE PUGLIA VINI DOC

  • ALEATICO DI PUGLIA
  • ALEZIO
  • BRINDISI
  • CCACC'E MMITTE DI LUCERA
  • CASTEL DEL MONTE
  • COPERTINO
  • GIOIA DEL COLLE
  • GRAVINA
  • LEVERANO
  • LIZZANO
  • LOCOROTONDO
  • MARTINA O MARTINA FRANCA
  • MATINO
  • MOSCATO DI TRANI
  • NARDO'
  • ORTA NOVA
  • OSTUNI
  • PRIMITIVO DI MANDURIA
  • ROSSO BARLETTA
  • ROSSO CANOSA
  • ROSSO DI CERIGNOLA
  • SALICE SALENTINO
  • SAN SEVERO
  • SQUINZANO

    REGIONE SARDEGNA VINI DOC

  • ARBOREA
  • CAMPIDANO DI TERRALBA
  • CANNONAU DI SARDEGNA
  • CARIGNANO DEL SULCISI
  • GIRO' DI CAGLIARI
  • MALVASIA DI BOSA
  • MALVASIA DI CAGLIARI
  • MANDROLISAI
  • MONICA DI CAGLIARI
  • MONICA DI SARDEGNA
  • MOSCATO DI CAGLIARI
  • MOSCATO DI SARDEGNA SPUMANTE
  • MOSCATO DI SORSO-SENNORI
  • NASCO DI CAGLIARI
  • NURAGUS DI CAGLIARI
  • VERMENTINO DI GALLURA
  • VERMENTINO DI SARDEGNA
  • VERNACCIA DI ORISTANO

    REGIONE SICILIA VINI DOC
  • BIANCO D'ALCAMO
  • CERASUOLO DI VITTORIA
  • CONTESSA ENTELLINA
  • CONTEA DI SCLAFANI
  • ETNA
  • FARO
  • MALVASIA DELLE LIPARI
  • MARSALA
  • MOSCATO DI NOTO
  • MOSCATO DI PANTELLERIA

    REGIONE TOSCANA VINI DOC

  • BIANCO DELLA VALDINIEVOLE
  • BIANCO DI PITIGLIANO
  • BIANCO PISANO DI SAN TORPE'
  • BIANCO VERGINE VALDICHIANA
  • BOLGHERI
  • BRUNELLO DI MONTALCINO
  • CANDIA DEI COLLI APUANI
  • CARMIGNANO
  • CHIANTI
  • COLLINE LUCCHESI
  • ELBA
  • MONTECARLO
  • MONTESCUDAIO
  • MORELLINO DI SCANSANO
  • MOSCADELLO DI MONTALCINO
  • PARRINA
  • ROSSO DI MONTALCINO
  • ROSSO DI MONTEPULCIANO
  • VAL D'ARBIA
  • VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO
  • VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO

    REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE VINI DOC


    I VINI BIANCHI
  • PINOT BIANCO DELL'ALTO ADIGE
  • PINOT GRIGIO DELL'ALTO ADIGE
  • RIESLING RENANO DELL'ALTO ADIGE
  • TERLANO
  • TRAMINER AROMATICO DELL'ALTO ADIGE
  • VALLE ISARCO
    I VINI ROSSI
  • CABERNET ALTO ADIGE
  • CALDARO O LAGO DI CALDARO
  • COLLI DI BOLZANO
  • LAGREIN DELL'ALTO ADIGE
  • MERANESE
  • MERLOT ALTOATESINO
  • PINOT NERO DELL'ALTO ADIGE
  • SANTA MADDALENA
  • SCHIAVA GRIGIA DELL'ALTO ADIGE
    MOSCATO E SPUMANTI
  • MOSCATO GIALLO DELL'ALTO ADIGE
  • MOSCATO ROSA DELL'ALTO ADIGE
  • SPUMANTE DELL'ALTO ADIGE



    REGIONE PIEMONTE VINI DOC
  • ARBOREA
  • BARBARESCO
  • BARBERA D'ALBA
  • BARBERA D'ASTI
  • BARBERA DEL MONFERRATO
  • BAROLO
  • BOCA
  • CAREMA
  • COLLI TORTONESI
  • CORTESE DELL'ALTO MONFERRATO
  • DOLCETTO D'ACQUI
  • DOLCETTO D'ALBA
  • DOLCETTO D'ASTI
  • DOLCETTO DELLE LANGHE MONREGALESI
  • DOLCETTO DI DIANO D'ALBA
  • DOLCETTO DI DOGLIANI
  • DOLCETTO DI OVADA
  • ERBALUCE DI CALUSO
  • FARA
  • FREISA D'ASTI
  • FREISA DI GABIANO
  • GATTINARA
  • GAVI O CORTESE DI GAVI
  • GHEMME
  • GRIGNOLINO D'ASTI
  • GRIGNOLINO DEL MONFERRATO CASALESE
  • LESSONA
  • MALVASIA DI CASORZO D'ASTI
  • MALVASIA DI CASTELNUOVO DON BOSCO
  • MOSCATO D'ASTI O ASTI SPUMANTE
  • NEBBIOLO D'ALBA
  • RUBINO DI CANTAVENNA
  • RUCHE' DI CASTAGNOLE MONFERRATO
  • SIZZANO



    REGIONE VAL D'AOSTA VINI DOC


  • ARNAD-MONTJOVET (DOC)
  • ARNAD MONTJOVET SUPERIORE (DOC)
  • BLANC DE MORGEX ET DE LA SALLE (DOC)
  • CHAMBAVE MOSCAT (DOC)
  • CHAMBAVE MOSCAT FLETRI' (DOC)
  • CHAMBAVE ROUGE (DOC)
  • DONNAS (DOC)
  • ENFER D'ARVIER (DOC)
  • NUS MALVOISE (DOC)
  • NUS MALVOISIE PASSITO (DOC)
  • NUS ROUGE (DOC)
  • TORRETTE (DOC)
  • TORRETTE SUPERIORE (DOC)


    REGIONE VENETO VINI DOC

  • BARDOLINO
  • BIANCO DI CUSTOZA
  • BREGANZE
  • COLLI BERICI
  • COLLI EUGANEI
  • GAMBELLARA
  • LESSINI-DURELLO
  • LISON-PRAMAGGIORE
  • LUGANA
  • MONTELLO E COLLI ASOLANI
  • PROSECCO
  • SOAVE
  • TOCAI DI SAN MARTINO DELLA BATTAGLIA
  • VALDADIGE
  • VALPOLICELLA
  • VINI DEL PIAVE





  • CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

    La CUCINA REGIONALE ITALIANA

    RICETTE TRADIZIONALI - RICETTE REGIONALI - COME CUCINARE - SCUOLA DI CUCINA - TUTTI I PRODOTTI DOP E IGP DI TUTTE LE REGIONI - TUTTI I VINI DOC e DOCG REGIONE PER REGIONE - RICETTE per CUCINARE IL PESCE, per CUCINARE LA CARNE - RICETTE per GLI ANTIPASTI, RICETTE per LA PASTA E IL RISO - RICETTE per I DOLCI


    RICETTE GRATIS DI CUCINA REGIONALE ITALIANA - RICETTE DI PRIMI PIATTI, RICETTE DI SECONDI E DOLCI
    RICETTE GRATIS DI CUCINA REGIONALE ITALIANA - RICETTE DI PRIMI PIATTI, RICETTE DI SECONDI E DOLCI
    RICETTE GRATIS DI CUCINA REGIONALE ITALIANA - RICETTE DI PRIMI PIATTI, RICETTE DI SECONDI E DOLCI

    PROMOZIONE SITI WEB AL PRIMO POSTO SU GOOGLE

    www.fanucci.info 
- LA FAMIGLIA FANUCCI - STORIA E ORIGINE DEI FANUCCI UMBRI E DEI FANUCCI TOSCANI - FANUCCI A GUBBIO E A SCHEGGIA E A CAMPITELLO - I FANUCCI TOSCANI DI PONTE BUGGIANESE     www.sos-prontontervento.com 
PRONTO INTERVENTO 24H FABBRO e IDRAULICO EMILIA ROMAGNA - RIPARAZIONI e MONTAGGIO PORTE BLINDATE con SERRATURE a CILINDRO EUROPEO ANTISCASSO - RIPARAZIONI URGENTI MOTORIZZAZIONE TAPPARELLE e SERRANDE - IDRAULICO RUBINETTERIA DISOTTURAZIONE TUBI LAVANDINI WC FOGNATURE     www.superfabbro-milano.eu 
 PRONTO INTERVENTO 24H a MILANO - FABBRO APERTURA PORTE, TAPPARELLE - IDRAULICO SPURGHI e RICERCA PERDITE OCCULTE di ACQUA -  RICERCA e RIPARAZIONE GUASTI IN TUBAZIONI SOTTERRANEE - SPURGHI - BONIFICA CISTERNE - ELETTRICISTA IMPIANTI CONDOMINIALI a  MILANO E LOMBARDIA.      www.iltuospazzacamino.it/ 
SPAZZACAMINO IN TOSCANA INTALLAZIONE E PULIZIA CANNE FUMARIE E CAPPE ASPIRANTI PER RISTORANTI - PULIZIA CAMINI E CAMINETTI PER ABITAZIONI E RISTORANTI - RIPARAZIONE CUCINE, STUFE, BOILER, CALDAIE, CAPPE ASPIRANTI - SITO WEB PRIMO SU INTERNET PER SPAZZACAMINI IN TOSCANA, EMILIA-ROMAGNA, LOMBARDIA e VENETO    www.ricercaperditeocculte.com
IDRAULICO RICERCA PERDITE OCCULTE DI ACQUA SENZA SCASSO - RIPARAZIONE TUBAZIONI  IN TOSCANA a  FIRENZE, IN EMILIA-ROMAGNA, IN LOMBARDIA e IN VENETO - PRONTO INTERVENTO IDRAULICO 24H in Toscana, Emilia, Veneto e Lombardia     www.ilmiositoweb.it/sos/muratori  
SOS PRONTO INTERVENTO 24H in NORD ITALIA - MURATORE - FABBRO - IDRAULICO - ELETTRICISTA - FALEGNAME -  costruzione piscine E   SPURGHI, DISINFESTAZIONI IN PIEMONTE, LIGURIA, LOMBARDIA, VENETO, EMILIA-ROMAGNA, TOSCANA     www.superfabbro.it  
 PRONTO INTERVENTO 24H in TOSCANA E LAZIO - MURATORE - IMBIANCHINO - FABBRO APERTURA PORTE - IDRAULICO SPURGHI - ELETTRICISTA - SPAZZACAMINO - RISTRUTTURAZIONE DOPO INCENDIO O ALLAGAMENTO IN LAZIO E TOSCANA    www.superfabbro.it/muratore-toscana
 PRONTO INTERVENTO 24H in TOSCANA - MURATORE - IMBIANCHINO - FABBRO APERTURA PORTE - IDRAULICO SPURGHI - ELETTRICISTA - SPAZZACAMINO IN TOSCANA a  FIRENZE, AREZZO, GROSSETO, LIVORNO, LUCCA, PISA, PISTOIA, PRATO, MASSA CARRARA, SIENA     www.infiltrazioni-acqua.com
IDRAULICO RICERCA INFILTRAZIONI e PERDITE OCCULTE DI ACQUA SENZA SCASSO - RIPARAZIONE TUBAZIONI  IN LOMBARDIA, EMILIA-ROMAGNA,TOSCANA, UMBRIA - PRONTO INTERVENTO IDRAULICO 24H  RIPRISTINO POST ALLAGAMENTO in LOMBARDIA     www.ilmiositoweb.it/vendoauto
 COMPRO VENDO AUTO USATE VENETO - ACQUISTO AUTO INCIDENTATE o FUSE- PAGAMENTO IMMEDIATO IN CONTANTI - Commercio auto usate VENETO  PADOVA  FERRARA  ROVIGO  TREVISO e BOLOGNA   






    RITORNO ALL' ELENCO DELLE RICETTE



    Copyright © by Cristiano Fanucci - FNCCST448O5E256P - Tel. 339 8016729 - Tutti i diritti riservati

    Questo sito utilizza solo cookie di Shinystat a fini statistici che non necessitano di consenso preventivo all'installazione.